Il Tasso NZD / USD Non Riesce a Testare il Mese di Aprile in Vista della Decisione Sul Tasso RBNZ

Venerdì, il tasso NZD / USD non è riuscito a testare il massimo di aprile prima della decisione sul tasso RBNZ. Questo fallimento è stato inaspettato. Cosa c’è dietro l’apparente fallimento? Diversi mesi fa, un post di blog non tecnico ha affermato che alcuni investitori hanno sviluppato una politica di mantenimento della loro “politica” di negoziazione in tutti gli eventi di notizie positive fino a quando non sono sicuri che un determinato evento si rivelerà rialzista o ribassista. Questa strategia non è nuova ed è stata utilizzata anche da numerosi analisti tecnici in passato. L’obiettivo è quello di stare lontano da eventi che potrebbero rivelarsi negativi.

Uno dei fattori che usano per determinare quando negoziare il tasso NZD / USD è l’indice del mercato azionario globale. L’indice azionario viene determinato prendendo l’indice S&P 500 e dividendolo per il rendimento medio del capitale proprio negli ultimi cinque anni. Questo indice è un indicatore popolare per i trader azionari perché tende a seguire l’azione dei prezzi per lunghi periodi di tempo.

Venerdì, l’indice del mercato globale ha mostrato il suo livello più forte dal novembre 2020. Questo risultato significherebbe normalmente una maggiore possibilità di un recupero e apprezzamento riusciti nella valuta della coppia di valute. Sfortunatamente, l’indice di mercato non è d’accordo con questa conclusione. Rimane depresso e la tendenza rimane ad abbassarsi.

La linea dell’indice ha cambiato direzione almeno una volta al mese nelle ultime quattro settimane. L’indice è sceso per tre mesi consecutivi. Ora sembra essere più vulnerabile di prima. Il NZD / USD rimarrà in questo modello fino a quando l’indice di mercato rimarrà depresso.

La coppia di valute NZD / USD è cresciuta costantemente negli ultimi due mesi. In effetti, la coppia USD / NZD è stata scambiata in un intervallo per la maggior parte del tempo. Il declino durante la settimana del 10-16 aprile è stato inaspettato e un trader di valuta potrebbe essere stato troppo frettoloso per scambiare il tasso NZD / USD.

In un’altra nota, la debolezza dell’indice di mercato sta creando alcune ulteriori opportunità per gli indicatori tecnici di agire sul mercato. Tali indicatori possono essere collegati alla gamma di slancio nei mercati valutari.

Gli indicatori di momentum si basano sui cambiamenti nel comportamento del prezzo di mercato. Sono stati ampiamente implementati nei mercati FX per aiutare gli acquirenti a determinare la forza del prossimo ribaltamento del rally.

A questo proposito, gli ultimi indici di mercato offrono un’ottima opportunità agli operatori di trarre vantaggio dai rally spingendo il tasso verso il basso. Questa è in realtà una soluzione a breve termine che dovrà essere adattata con una strategia a lungo termine. Questa strategia dovrebbe consentire al professionista di accumulare profitti e ridurre anche il rischio al ribasso associato a un livello di prezzo a breve termine.

La tendenza di questi indici di mercato può essere utile per i trader per determinare dove dovrebbero piazzare fermate. Può anche aiutare a determinare se ritirarsi o prendere profitti. Alcuni trader potrebbero preferire prendere profitti, mentre altri potrebbero preferire resistere per un futuro rally.

Molti analisti tecnici ritengono che ci sia una forte possibilità che stia per verificarsi una manifestazione di consolidamento e questo fornirà un maggiore supporto al mercato in questo momento. Questi indicatori tecnici possono aiutare gli operatori a decidere fino a che punto spingere il tasso NZD / USD e determinare se detenere o vendere.

Ancora una volta, l’effetto a breve termine è che il mercato continuerà a funzionare al di sotto del valore equo per un guadagno a lungo termine. Una previsione aggiornata degli indici di mercato è un must per tutti gli operatori nei mercati valutari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *